Fuori sacco

 

 
Ancora uno scorcio di Borghetto San Nicolò, Frazione di Bordighera, in uno scatto datato, fatto senza molte pretese, che qui pubblico per sottolineare una tra le diverse cose simpatiche che mi sono capitate nella grande piazza virtuale del Web: un sodale di giochi dell’infanzia in quel di Nervia, Frazione, invece, di Ventimiglia, perso di vista più o meno da quel periodo, mi ringrazia per le foto da me pubblicate su Borghetto San Nicolò, asserendo essere il suo borgo natio, dal che, nella corrispondenza intercorsa, sono derivate varie memorie spicciole, con varie ricadute di carattere locale e personale.
 
“Fuori sacco” é un termine da me appreso negli anni che furono in relazione alla trasmissione, allorquando non sussisteva l’attuale tecnologia, di un articolo di giornale all’ultimo istante, fuori del contenitore già predisposto sul carro ferroviario della posta, dunque. Il concetto, per estensione, l’ho sentito spesso usare in seguito per l’aggiunta in extremis di punti all’ordine del giorno di riunioni professionali specializzate.
 
“Fuori sacco” in un mio tentativo di celia circa le distrazioni e le conseguenti improvvise modifiche, che mi vengono da arrecare alla stesura dei post.

Pubblicando questa fotografia di una grotta, di rilievo nella preistoria dei Balzi Rossi – di cui ho parlato, ad esempio, qui – in Frazione Grimaldi – zona mare – di Ventimiglia, un commento mi ha fatto notare che trattasi di “A Barma Grande”, cioé la grande caverna… Ho trovato l’episodio simpatico. Nel contempo mi sono rammentato che su Blogger non avevo mai mostrato neppure l’ombra di tali cavità…

Vengo proprio oggi gratificato, insieme ad altre, di questa cartolina d’epoca di Vallecrosia, inviatami, in quanto noto il mio interesse per immagini “vintage”.

Ed in Vallecrosia, incorporata ed attorniata da altri edifici, é situata anche una vecchia cappella, alla quale non avevo mai fatto caso e di cui non so ancora nulla. Pubblico questa fotografia, perché di fronte ad una costruzione veramente preziosa dal punto di vista storico in vicina località sono stato apostrofato per i miei ripetuti scatti: l’episodio mi ha confermato la persistenza di una diffusa fobia, da me percepita già da altri segni, per immagini “carpite” su suolo pubblico, perché foriere di possibili furti nelle case.

Fonte: Archivio Ligure della Scrittura Popolare (storia.dafist.unige.it)
Fanti della Divisione Cosseria, 89° Reggimento Fanteria, 3° Battaglione, 9^ Compagnia in esercitazione a Cima Marta, Alpi Marittime, nel 1941.
Avendo la ventura di avere reperito fotografie analoghe  – dell’89° avevo fatto degli accenni qui -, pensavo di seguire con un sollecito post alcuni spostamenti in guerra del capitano, la cui famiglia regalò le pertinenti immagini al richiamato Archivio.
 
Notizie – come quelle che oggi riferisco -, pervenutemi “fuori sacco”, mi hanno fatto rimandare l’appuntamento…
Fuori saccoultima modifica: 2013-05-15T19:53:22+02:00da amaini
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento