Riflettendo sulle Comore

 

 

 

Storia, invero, da sempre tormentata quella delle Comore, situate nell’Oceano Indiano a nord-ovest del Madagascar.

Anche negli ultimi vent’anni.

Oggi, politicamente si tratta dell’Unione delle Comore, ma sino al 2002 si palesava la Repubblica Federale Islamica delle Comore.

E la popolazione dell’isola Mayotte, per quanto reclamata dalla novella istituzione statuale (dichiarazione di indipendenza del 1975) intende – contrastata da più parti – tuttora restare francese.

 

 

Mi dedico velocemente e schematicamente al tema, perché, imbattutomi sul Web su cenni storici relativi a emigrazioni da queste isole degli ultimi due secoli, mi é tornato in mente che da un po’ non sentivo parlare di queste isole come meta esotica di vacanze.

Invece, sbagliavo: trovo notizia anche di viaggi organizzati alla ricerca di specifica bio-diversità locale.

Ma pure un articolo dal seguente titolo: “Come pregare efficacemente per i cristiani dell’arcipelago delle Comore e per l’evangelizzazione dei comoriani”.

Il che mi segnala intolleranza di pensiero quantomeno in più direzioni.

 

 

 

Pubblico in materia ancora solo una fotografia, reperita, come le altre, sulla Rete, dove é sufficientemente agevole per chiunque fosse interessato rimirare altre relative immagini. Confesso di rinunciare a malincuore a tracciare le vicende affascinanti di questi luoghi: dai primi abitanti Bantu del VI secolo, ai sultani, al passaggio degli esploratori-conquistatori europei, ai pirati, ai navigatori francesi dei tempi dei Lumi. Mi spiace anche non entrare – quanto meno in questa occasione – in merito al saggio che mi ha fornito lo spunto per queste brevi note. Mi urge di più concludere amaramente con la constatazione della sussistenza di un ennesimo punto altamente critico di questioni sociali e geo-politiche di questa nostra tormentata età contemporanea.

Riflettendo sulle Comoreultima modifica: 2012-08-04T12:23:10+02:00da amaini
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento