Archivi del mese: aprile 2012

Dora Markus – di Eugenio Montale

Fu dove il ponte di legno mette a porto Corsini sul marealtoe rari uomini,quasi immoti, affondanoo salpano le reti. Con un segnodella mano additaviall’altra spondainvisibile la tua patria vera.Poi seguimmo il canalefi no alla darsenadella città, lucida di fuliggine,nella bassura … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Lasciatemi fuggire – di Dylan Thomas

Lasciatemi fuggire, essere libero(Vento per il mio albero, acqua per il mio fiore),Vivere per me stessoe soffocare dentro di me gli deio schiacciare sotto il piede le loro teste di vipera.Nessuno spazio, voi dite, nessuno spazio;ma non mi ci terrete,anche … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Hennepin

Negli Stati Uniti d’America, paese di storia recente, si intende spesso conservare la memoria di questo passato, com’é nel caso della fotografia che si può vedere qui sopra e che ritrae la statua di Frate Hennepin a Minneapolis, Minnesota. A … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il cardinale Pietro Sforza Pallavicino

  PIETRO SFORZA PALLAVICINO (Roma 1607-1667) fu storico e letterato italiano, di nobile famiglia parmense (discendente di un generale della Serenissima e “aggregato” alla nobiltà veneta), studiò al Collegio Romano e alla Sapienza.Nel 1628 ottenne la laure in filosofia e … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Un discepolo di Galilei

  GIOVANNI CIAMPOLI vide la luce (Firenze, 1590) da famiglia nobile ma non ricca, però grazie alla giovanile vena poetica entrò nelle grazie di Giovan Battista Strozzi che gli fece conoscere il granduca di Toscana Ferdinando e il di lui … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Ah, come vorrei essere

Io di più non posso darti. Non sono che quello che sono.Ah, come vorrei esseresabbia, sole, in estate!Che tu ti distendessiriposata a riposare.Che andando via tu mi lasciassiil tuo corpo, impronta tenera,tiepida, indimenticabile.E che con te se ne andassesopra di … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

da “Il figlio di Caino” – di Guido Seborga

………………………… Ma Taggiasco non l’ascoltavavoleva parlare È orribileorribile hanno fermato i trenibloccato le stazioni……………………li chiudono nei vagonili deportano in Germania. Lunghi treni di agonizzantie di moribondi! Luca esclamò………………………………..A Ventimiglia due vagoni chiusifermi in stazione rigurgitantiprigionieri che imprecanourlano e alti lamentiLuca … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Lascio i miei versi

Lascio i miei versi A chi li leggerà.Le mie carezzeai ladri e agli assassini.Lascio i miei sogniA chi non trova paceE le mie lacrimeA ogni donna solaIl mio sguardoA chi crede di aver vistoE i miei sorrisiAlle divinità in declino.A … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Signora

Questo triangolo d’acqua che ha sete questa rotta senza scritturaSignora, è il segno delle vostre alberaturesu questo mare in cui annego.I messaggi dei vostri capellila fucilata delle vostre labbraquesta burrasca che mi porta viadalla scia dei vostri occhiQuest’ombra, infine, sulla … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il cielo

Da qui bisogna cominciare: il cielo. Finestra senza davanzale, telaio, vetri.Un’apertura e nulla più,ma spalancata.Non devo attendere una notte serena,né alzare la testa,per osservare il cielo.L’ho dietro a me, sottomano e sulle palpebre.Il cielo mi avvolge ermeticamentee mi solleva da … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento