Bouvet, Kerguelen, Crozet

bouvet.jpg

 

La piccola isola di Bouvet, scoperta il 1 gennaio 1739, si trova ad una distanza di circa 1600 chilometri dall’Antartico.

Jean-Baptiste_Charles_Bouvet_de_Lozier-Hubert.jpg

Lo fu ad opera di Jean Baptiste Charles Bouvet de Lozier – da cui prese il nome -, che comandava le navi francesi Aigle e Marie, e che pensò, senza procedere tuttavia ad una circumnavigazione, di essere arrivato a quella che noi oggi definiamo Antartide.

Jules Verne in suo libro, dedicato a molte esplorazioni compiute soprattutto nel ‘700, dopo aver descritto le prove tremende affrontate da quei marinai alle prese con inaspettate temperature polari, sottolineò che Bouvet “ebbe la gloria di dare un esempio al grande esploratore inglese James Cook”.

James_Cook.png

Eccola la rotta che portò Cook verso l’Antartico, ma é, appunto del 1772-74.

Map_ocean_oriental.png

Questa mappa, che si può definire dell’Oceano Indiano, é del 1753. Come si può notare, le conoscenze geografiche non erano all’epoca molto precise. Ma i viaggi di esplorazione per mare iniziavano proprio in quel periodo ad avere carattere scientifico. La carta in questione fu redatta dal cartografo e navigatore francese Jean-Baptiste d’Après de Mannevillette (1707-1780), che utilizzò a fondo un nuovo strumento, ideato dall’astronomo britannico John Hadley, per calcolare sia latitudine che longitudine con il metodo delle distanze lunari. Se ricordo bene, erano quelli gli anni in cui si cercava di risolvere con urgenza il problema della longitudine.

Yves_de_Kerguelen.jpg

Qui sopra il ritratto di Yves Joseph de Kerguelen de Trémarec, che scoprì nel 1772 le Isole della Desolazione, cui lo stesso Cook in onore del francese volle, invece, dare il nome di Kerguelen.

Kerguelen_RallierDuBatty.JPG

Qui sopra uno scorcio della penisola Rallier du Baty, nella più grande delle Kerguelen, che sono situate a 4.800 chilometri dall’Australia (ad est) e circa 2.000 dall’Antartide (a sud).
Marc-Joseph Marion du Fresne scoprì nel 1772 le Isole Crozet (dal nome del suo comandante in seconda, in quanto a lui era già stata intitolata l’Isola Marion) che sono collocate ad una latitudine compresa tra 45°95′ e 46°50′ S e una longitudine compresa tra 50°33′ e 52°58′ E nell’Oceano Indiano meridionale.

Con quelle deviazioni delle rotte di grandi viaggi di esplorazione via mare ci si stava avvicinando all’Antartide.

Bouvet, Kerguelen, Crozetultima modifica: 2012-02-03T19:41:06+01:00da amaini
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.